Adolescenti

Adolescenti

Sono qui illustrati le condizioni mentali dei bambini e degli adolescenti trattate dal dott. Del Vescovo.

Poiché i bambini e gli adolescenti sviluppano e cambiano rapidamente è importante innanzi tutto fare riferimento alle loro capacità peculiari e ai loro contesti specifici inquadrando il loro funzionamento infantile per meglio cogliere la ricchezza e la singolarità degli individui. In particolar modo vengono prese in considerazione molteplici aree del funzionamento mentale tra cui:

  1. capacità di auto-regolazione, attenzione e apprendimento
  2. capacità di relazioni e intimità– inclusa la profondità, il range e la coerenza – ovvero la capacità di coinvolgimento nelle relazioni e qualità delle relazioni oggettuali;
  3. qualità dell’esperienza (livello di sicurezza, fiducia e rispetto di sé)
  4. esperienza, espressione e comunicazione degli affetti appropriati all’età;
  5. pattern e capacità difensive;
  6. capacità di formare rappresentazioni internee organizzazione del mondo interiore;
  7. capacità di differenziazione e integrazione
  8. capacità di autosservazione (mentalità psicologica);
  9. capacità di costruire o ricorrere a standard e ideali interni(senso morale e formazione di una scala di valori).

E’ dunque fondamentale comprendere il funzionamento mentale dei bambini ed il modo in cui questi elaborano le informazioni, fanno esperienza delle relazioni, delle emozioni e dei propri comportamenti o il modo in cui affrontano i propri vissuti ansiosi non tralasciando qualità positive, punti di forza e risorse.

Solo a questo punto diviene possibile descrivere i tipi e/o i disturbi della personalità ( pattern attraverso i quali i bambini si mettono in relazione con il mondo) lungo un continuum che va da i pattern di personalità sani quelli più gravemente disfunzionali. E’ importante sottolineare come il continuum psicopatologico viene sempre illustrato alla luce di una personalità “in formazione”. Tale prospettiva di tipo “evolutivo” parte dal presupposto che molti bambini mostrano un misto di pattern e che questi ultimi possono, cambiare anche in maniera assai rapida, nelle diverse fasi dello sviluppo.

Sono per ultimi  illustrati i pattern sintomatici mettendo in evidenza l’ esperienza soggettiva che ne fanno i bambini e gli adolescenti nel contesto del funzionamento mentale precedentemente descritto.

I sintomi sono qui concepiti come una delle dimensioni in cui i bambini e gli adolescenti affrontano il mondo. Questa dimensione è caratterizzata in termini di affetti, contenuto mentale, stati somatici e propensioni relazionali.  Poiché i pattern sintomatici hanno origini biologiche ed esperienziali e spesso nascono da una combinazione di fattori di entrambi i tipi, questi possono essere compresi solo all’interno del contesto più ampio del funzionamento mentale e dello sviluppo della personalità.

Il dott. Del Vescovo per descrivere e diagnosticare un bambino e un adolescente lungo le tre dimensioni sopraccennate effettua una valutazione complessiva che include una dettagliata storia del suo sviluppo, una rassegna delle preoccupazioni e dei sintomi principali, una valutazione dei fattori biomedici e una esplorazione dei pattern familiari, scolastici e ambientali secondo un modello evolutivo biopsicosociale.

Le osservazioni dirette, i colloqui (incluso il gioco interattivo) e le osservazioni delle interazioni genitore-bambino sono tecniche necessarie di cui si avvale il dott. Del Vescovo questo tipo di valutazione.

Data

28 Ottobre 2015

Tags

Aree di Intervento

Contatti

Il dott. Giuseppe Del Vescovo riceve a:

TORINO - Corso Guglielmo Marconi, 4

ANCONA - Via Castelfidardo, 4

Tel.: +39 3476662697

Fax.: +39 0117920493

Sitemap

Utilizziamo i cookies per migliorare l'esperienza dei nostri utenti. I cookies sono piccoli file che vengono memorizzati sul tuo computer e servono per identificare i nostri utenti. Chiudendo questo messaggio acconsenti all'utilizzo dei cookies da parte nostra, a meno che tu non decida di disattivarli.